Galeries Lafayette (Quartier 207) | Jean Nouvel

galeries lafayette_nouvel

Galeries Lafayette – Nouvel

La Galeries Lafayette si trova sulla Friedrichstraße, importante asse commerciale nel pieno centro della ex Berlino Est, tra l’Unter den Linden e il Checkpoint Charlie. Già negli anni ottanta in quest’area si stava procedendo alla costruzione di edifici commerciali e terziari, dopo la riunificazione quelli già costruiti vennero mantenuti mentre quelli ancora in fase di costruzione vennero abbattuti e nel 1990 venne indetto un concorso internazionale per la riqualificazione della zona e la progettazione di tre edifici commerciali nei lotti 205, 206 e 207. Il progetto di Jean Nouvel vinse nel cosiddetto Quartier 207 mentre per gli altri due isolati vengono scelti i progetti di Pei Cobb Freed & Partners e Oswald Mathias Ungers. Tutti e tre fanno parte del Friedrichstadt-Passagen e sono collegati da una galleria commerciale sotterranea.
I tre progetti sono molto diversi tra di loro, soprattutto quello di Jean Nouvel che realizza un edificio molto contemporaneo e visionario prendendo però riferimento dall’architettura moderna di Taut e Mendelsohn, mentre gli altri due progetti riprendono la “ricostruzione critica” della Berlino di pietra.
La Galeries Lafayette è caratterizzata dall’utilizzo del vetro, sia in facciata che in copertura, rendendo l’edificio trasparente e brillante. Il vetro scuro rende l’apparenza dell’edificio diversa a seconda delle luci esterne e del tempo, durante il giorno infatti il vetro specchia gli edifici circostanti, mentre con il buio la facciata diventa trasparente e rivela i negozi all’interno. L’edificio è a pianta quadrata ma gli spigoli delle facciate sono trattati in maniera diversa. L’angolo più importante infatti, quello a nord tra le due strade principali Friedrichstraße e Französische Straße, è più sinuoso e arrotondato, mentre lo spigolo a sud è netto e tagliente. Anche la copertura è caratterizzata da una forma morbida e sinuosa e svela, anche guardando l’edificio dalla strada, la presenza delle cupole vetrate di dimensioni differenti. La facciata principale sulla Friedrichstraße presenta anche un arretramento centrale, qui sono presenti due cartelloni pubblicitari mentre al centro, ad enfatizzare il logo della Galerie Lafayette è presente l’opera dell’artista e paesaggista francese Patrick Blanc.
L’interno dell’edifico è definito dalla presenza di 10 grandi coni e cilindri vetrati, di dimensioni e inclinazioni diverse, che permettono l’ingresso della luce naturale direttamente dalle cupole sul tetto fino al piano sotterraneo a circa 10 metri sotto il livello stradale. Grazie a questi “vuoti” irregolari  e alle facciate vetrate, l’edificio è illuminato naturalmente dando un effetto particolare all’interno rendendolo dinamico, variabile e immateriale, rendendo ogni piano differente dall’altro. L’effetto è accentuato e suggestivo soprattutto all’ingresso dell’edificio, una sorta di piazza interna dove convogliano due grandi coni vetrati che portano luce e riflessi molto particolari.
L’edificio commerciale quindi, mai come in questo caso, non è più quindi un classico contenitore di negozi ma un vero e proprio oggetto di design.
La Galeries Lafayette attira moltissimi visitatori, non solo per l’architettura, ma ovviamente per i tantissimi negozi e punti gastronomici che ha al suo interno. I piani sotterranei contengono il Lafayette Gourmet, un reparto gastronomico dove si può acquistare e gustare specialmente la cucina francese. Mentre nei piani superiori, dedicati alla moda, si possono trovare accessori, gioielli, prodotti di bellezza e soprattutto le collezioni dei più famosi stilisti francesi e internazionali. Particolare è anche la presenza di un laboratorio per giovani stilisti.

Progettista: Jean Nouvel
Realizzazione:1991-1996

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.