GSW Headquarters | Sauerbruch Hutton

GSW Headquarters - Sauerbruch Hutton

GSW Headquarters – Sauerbruch Hutton

Il nuovo edificio che ospita il Quartier Generale della GSW nasce da un concorso, indetto nel 1991, per la riqualificazione dell’area in una zona centralissima della ex Berlino Est, dove erano già presenti dei vecchi edifici, costruiti negli anni ’50 e che già ospitavano gli storici uffici della GSW.
Il concorso fu vinto dal progetto innovativo della coppia di architetti Sauerbruch e Hutton. L’idea generale del progetto è la riqualificazione dei vecchi edifici e l’inserimento dei nuovi per dare un segno importante all’area. I nuovi volumi architettonici hanno forme diverse e irregolari ma armoniche tra di loro. Due blocchi stretti e lunghi, il più lungo dei quali di 110m, e alti 10m contengono gli spazi pubblici e collegano i due volumi più caratteristici, quello di forma ellittica di 3 piani e la torre degli uffici di 20 piani, con una forma curva verso il centro.
L’ingresso, dal quale è possibile entrare in tutti gli ambienti, si trova nella piazza pubblica creata sotto la torre curva.
Il volume più caratteristico è certamente quello della torre. Questa ha dei prospetti differenti a seconda dell’esposizione dell’edificio, per migliorare l’efficienza energetica dello stesso. La facciata sud ha una griglia a protezione dei raggi solari diretti, mentre le facciate est e ovest hanno un sistema di ventilazione naturale basato su una doppio sistema di vetrate. La facciata est ha un colore grigio omogeneo, la facciata ovest ha tra le due vetrate un sistema di pannelli colorati che permettono di proteggere l’interno degli uffici dalla luce diretta. I pannelli hanno tonalità di colori caldi e variabili che, essendo gestiti separatamente da ognuno degli ambienti interni, creano una facciata sempre colorata e mutevole.
L’edificio ellittico è invece caratterizzato da un rivestimento ondulato di colore verde, giallo e celeste. Gli edifici base di collegamento hanno invece un rivestimento in ceramica grigio antracite che contrastano con i due volumi colorati.
Punti fondamentali del progetto sono il comfort bioclimatico degli ambienti all’interno e l’efficienza energetica. Soprattutto nella torre infatti, grazie alla particolare forma e agli accorgimenti tecnici, è possibile sfruttare al massimo la luce naturale. L’utilizzo della ventilazione naturale è messa a sistema con l’associazione di pareti ventilate e della copertura con una pensilina aerodinamica che, con un particolare sistema tecnico, convoglia all’interno le correnti d’aria naturali.

Progettista: Matthias Sauerbruch e Louisa Hutton
Realizzazione:1991-1999

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.