Quartier Schützenstraße | Aldo Rossi

Quartier Schützenstraße - Aldo Rossi

Quartier Schützenstraße – Aldo Rossi

Il progetto dell’architetto Aldo Rossi, denominato Quartier Schützenstraße, si trova a pochi metri dal famoso Checkpoint Charlie, in una zona dapprima duramente bombardata durante la seconda guerra mondiale e poi attraversata dal muro.
Il progetto occupa l’intero isolato di circa 70.000 mq, delimitato appunto dalla Schützenstraße, la Charlottenstraße, la Zimmerstraße e la Markgrafenstraße. Gli edifici ospitano negozi, servizi, uffici e appartamenti.
L’isolato è composto da una serie di 12 edifici molto diversi tra loro dal punto di vista dello stile architettonico, dimensione, forma, altezza, colori, materiali e tecnologia. Gli edifici inoltre si sviluppano attorno ad una serie di 4 corti interne pedonali, anch’esse molto differenti tra di loro e che prendono spunto dai tipici Hof berlinesi, che permettono di attraversare l’edificio e di viverlo in uno spazio delimitato ma scoperto. L’unico elemento che contraddistingue tutti gli edifici dell’isolato è lo zoccolo grigio dei piani bassi, che contrasta invece con i piani superiori generalmente molto colorati.
La scelta architettonica utilizzata da Aldo Rossi è data dalla riproposizione del tipico isolato berlinese, che nasce da una serie di edifici accostati tra di loro, talvolta molto diversi e realizzati in anni differenti. In questo modo si ha quindi l’impressione di un isolato realizzatosi nel tempo. Gli stili architettonici utilizzati riprendono ovviamente quelli della tradizione e degli edifici preesistenti nella zona, ma fanno riferimento anche a diversi stili architettonici, quello tedesco innanzitutto ma anche molti altri. Non poteva quindi mancare un tributo all’architettura rinascimentale italiana data dalla piccola facciata di uno degli edifici sulla Schützenstraße.

Progettista: Aldo Rossi
Progettazione: 1992-1994
Realizzazione:1995-1998

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.