Wiesenburger Blumenmarkt

Wiesenburger Blumenmarkt

Wiesenburger Blumenmarkt

Il Wiesenburger Blumenmarkt è una fiera-mercato di fiori e piante che ormai da qualche anno si svolge nella piccola cittadina di Wiesenburg. Evento che attira molti appassionati e visitatori non solo dalle zone limitrofe ma anche da Berlino, che dista circa un ora di auto ed è facilmente raggiungibile anche con i treni regionali.
La tredicesima edizione del Blumenmarkt si è svolta il 12 maggio in Goetheplatz, con la partecipazione di molti floricultori, artigiani, i ragazzi della scuola di agraria e gli animatori che con i bambini creavano coroncine di fiori. Il clima che si vive è quello di una festa di paese dove passeggiare tra gli espositori, toccare ed odorare i fiori e magari scambiarsi dei consigli sulle cure migliori. La varietà di piante è comunque molto ampia: da fiori da giardino, come i rododendri, le azalee, le ortensie, varie bulbose (tra cui dalie, tulipani, alliacee), le anemoni, e tantissime altre ancora; da giovani alberelli di abeti, aceri, tigli e limoni;  a piante e plantule da orto. L’evento è arricchito da spettacoli musicali, teatrali e punti gastronomici con cucina tipica. Nella città vengono comunque organizzati vari eventi durante tutto l’anno, ma specialmente nei mesi più caldi in cui molti turisti preferiscono questi piccoli centri cittadini per rilassarsi e godersi la natura circostante.
Il centro storico di Wiesenburg risale al 12° secolo ed oggi ha circa 1200 abitanti ma fa parte dal 2001 del più grande comune di Wiesenburg/Mark che comunque non raggiunge le 5000 unità. Si trova nel Brandeburgo, nel Landkreis Potsdam-Mittelmark. A quasi 100km a sud-ovest di Berlino.
Da vedere sono il centro storico, la Marienkirche e il Rathaus, ma sicuramente l’attrazione principale è il castello, lo Schloss Wiesenburg con il suo parco. La storia del castello risale almeno al 12° secolo e dopo moltissime modifiche e cambi di proprietà, con la DDR diventa una scuola fino al 1992. Nel 1996 viene acquistato da un privato e totalmente ristrutturato. Oggi è quasi completamente privato ed abitato. Solo la torre, con il piccolo museo, è rimasta pubblica. A sud del castello si trova il parco di circa 120 ettari, ricco di laghetti, piccoli boschi,  sentieri e ponticelli in legno. Questo veniva utilizzato come riserva di caccia dagli abitanti del castello, mentre la sistemazione attuale di stile francese, adiacente al castello, deriva dal progetto del 19° secolo. Il parco è direttamente collegato al castello dalla scalinata che porta alla terrazza del piano nobile. Qui si possono ancora ammirare delle figure e dei vasi realizzati dallo scultore tedesco di origini italiane Alexander Calandrelli. Oggi il parco è pubblico e sempre visitabile, ed grazie al vasto patrimonio di flora e di fauna è stato riconosciuto come area protetta. Gebbers, il vero ideatore del parco, portò numerose specie arboree diffuse all’epoca solo nel Nord America, Giappone e Cina, dando prestigio e originalità al parco. Molti di questi alberi hanno raggiunto grandi dimensioni e arricchiscono ancora oggi il parco.

 Ecco alcune fotografie della cittadina e della tredicesima edizione del mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.